CRONACA DI UNA CERTIFICAZIONE LEADER DELLO YOGA DELLA RISATA


La
quotidianità con le sue presenze e le sue assenze ci mette di fronte a
quello che sentiamo e, quindi, a quello che vogliamo. Quando è popolata
di piccoli, impercettibili e osmotici gesti di gentilezza, ti indica la
strada da percorrere perchè, come un faro, illumina ciò che è veramente
importante per la tua crescita. Ripercorrendo con la memoria ancora
fresca questo weekend, mi rendo conto di quanto sia importante darsi al
di là di tutto, al di là dei numeri, al di là delle aspettative. Darsi
nel presente attraverso i gesti ed i pensieri, darsi attraverso le
intenzioni e i contatti intensi dei sensi e di ciò che va oltre essi.
Entro nella stanza che sarà teatro della formazione, la scruto con gli
occhi, la percorro con il mio rituale dell’infinito, mi fermo e fisso il
centro e lì lancio la mia intenzione più profonda: che tutti i presenti
possano ricevere prosperità, abbondanza, pace e benessere. Mi dico che
impareranno a ridere senza un motivo e questo atteggiamento, quando lo
metteranno in pratica, aprirà nuovi varchi nella loro vita. Mi emoziona
l’idea che possano sentirsi importanti, speciali; che possano
riconoscersi ancora di più come esseri capaci di trasmettere entusiasmo.
Penso che lunedì inizieranno i loro 21 giorni di risata in solitaria e
che questo gesto quotidiano di gentilezza nei propri confronti, li
renderà più forti e lucidi. Si riempiranno dei vuoti e alcuni pieni,
quelli inutili, si svuoteranno in favore di qualcosa di più prezioso.
Ritorno con la consapevolezza nella stanza e tutto è pronto per
iniziare. Con me, come sempre Graziella e la sua grande energia: insieme
stiamo piantando i nostri semi di bellezza, speranza e possibilità. Si
parla, si ride, si balla, si canta: la prima giornata scorre come un
bicchiere di acqua fresca in una calda giornata d’estate. Arrivo a casa
stanchissima ma soddisfatta di quello che ho vissuto. La seconda
giornata inizia con la meditazione: mi lascio guidare dalle emozioni, mi
fermo su alcune immagini, prego perchè tutto vada per il meglio per me,
per chi mi è accanto e per chi ha bisogno di sentirmi accanto. La
preghiera è un atto d’amore, niente di meno e molto di più. E’ un attimo
di connessione tra te e l’immensità. Iniziamo godendo della sensazione
di aver fatto qualcosa di bello e continuiamo alzando sempre di più la
gioia. E’ tempo di giocare, di assaporare ogni secondo di questa
esperienza. E’ tempo di essere autentici, di prendere decisioni
importanti per la propria felicità. E’ tempo di piantare nuovi semi e di
prendersi cura del proprio giardino. E’ tempo di chiedere alle persone
alle quali tieni:”come stai,oggi?” E’ tempo di diventare leader della
propria esistenza, di risuonare emotivamente nella vita degli altri, di
ispirare il bene, di praticarlo con intensità. E’ tempo di sperimentare
lo slancio del corpo capace di costruire, l’energia del cuore che sa
sentire e la potenza dell’azione che orientata all’autenticità può
permetterti di realizzare i tuoi propositi. In men che non si dica,
premiamo play su “Alegria” e consegniamo gli attestati. La Calabria ha 4
nuovi leaders e con essi nuove meravigliose avventure da vivere al
massimo delle proprie possibilità. Che dire? ho ho ha ha e buon
cammino!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.