Essere esattamente dove devi essere


Rileggendo le recensioni mi sono emozionata. Come una buona stagionatura, ne ho assaporato la bellezza e la gratitudine è ritornata a galla a segnalarmi che ci sono tante persone che mi vogliono bene, tante persone disposte ad accogliere il mio cammino così come lo traccio e non come si pensi dovrebbe essere. Il mio cammino è fatto di emozioni, di ritorni improvvisi e nuove scoperte. E’ fatto di voglia di fare ed anche voglia di fermarsi un pò a riposare. Ogni cammino lo è in fondo. Credo ostinatamente nel fatto che un treno passi tutte le volte necessarie per consentirci di saltare su e raggiungere la destinazione. Mi commuove la preghiera che ricevo oggi in forma di catene, quelle che ti innervosiscono perchè non ci credi ma comunque, per ogni evenienza non rompi. Questa però mi piace perchè è la preghiera di una santa alla quale sono molto legata per il messaggio meraviglioso che ne ho tratto leggendo il suo libro, Storia di un’anima. Non importa quale sia la forma del bicchiere, quando è colmo di acqua, anche se confrontato con uno più grande, sta dando il suo massimo possibile e questo lo mette sullo stesso piano. Sono uguali perchè nella loro diversità non si risparmiano. Che grande lezione per me! Penso che Santa Teresa di Gesù Bambino sia stata anche una grande motivatrice, una sorta di coach moderno che sa dire le parole giuste al momento giusto toccando quelle corde che ti portano subito davanti allo specchio per presentarti la tua enorme potenzialità in quanto essere umano.
Che oggi dimori la pace in te.
Che tu sappia e abbia fiducia del fatto che sei esattamente nel luogo in cui devi stare.
Che tu possa non dimenticare le possibilità infinite che sorgono  attraverso la fede in te stessa e negli altri.
Che tu possa utilizzare i doni che hai ricevuto, e possa passare ad altri l’Amore che hai ricevuto.
Che tu possa essere felice della persona che sei, così come sei, in questo esatto momento.
Permetti
che questa consapevolezza penetri fino alle tue ossa, e permetti alla
tua anima la libertà di cantare, ballare, pregare e amare.
Tutto questo sta qui per ognuno e tutti noi.
Adoro la sua poesia, adoro la sua capacità di essere così semplice e profonda e adoro quello che dice, il modo in cui centra la fede non tanto in Dio quanto nel Dio che è in ognuno di noi. Un elogio alla fiducia in noi stessi, un elogio all’amore da donare, da ricevere, un elogio alla libertà di essere attraverso la voce che può cantare, il corpo che può muoversi con grazia e passione e il cuore che può contemplare e contemplando scoprire che l’amore è lo strumento più potente che abbiamo per raggiungere ogni traguardo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.