Over the rainbow: una testimonianza a colori per un mondo di possibilità.


Over
the rainbow:
una testimonianza a colori per un mondo di possibilità.
Ogni volta che scrivo
qualcosa torno con la memoria alla terza elementare: calligrafia grande, pressione della
penna sulla pagina bianca, tipica di chi può sciare o al contrario scavare
nella terra alla ricerca di acqua
; tanti
pensieri da esprimere e da convogliare nel tema assegnato dalla maestra:l’autunno.
La prima volta che io ricordi in cui mi sono lasciata andare al libero fluire:
le parole
riempivano il foglio senza che io potessi fermarle
. Una sola paura: non riuscire a spiegare il significato
di quello che stavo esprimendo. “E se non so dire cosa significa questa
parola?”, questo mi chiedevo di tanto in tanto. Per fortuna, la mia mano è
stata più veloce delle mie perplessità ed oggi, incurante e inconsapevole di
che cosa accadrà della mia “bic”, ops! “della mia tastiera del computer” sono
atterrata nel mondo di Narcissus. “Sognando la meta
ha appena qualche settimana di vita nel mondo digitale, sto muovendo i primi
passi per promuoverlo e non so ancora cosa succederà di questa esperienza.
Posso senz’altro affermare che ho trovato in questa azienda un mondo di persone
gentili, cordiali, veloci nel dare risposte. Il loro stile comunicativo è
fresco: ti scrivono chiamandoti per nome, ti ringraziano per averli contattati
e si prendono cura del feed back che devono darti quando ne hai bisogno. Ottimi
comunicatori, senza ombra di dubbio! La base del
successo sta nella bontà delle relazioni umane che si è in grado di creare: più
siamo capaci di accogliere e di farci accogliere, maggiori sono le opportunità
di riuscire, di raggiungere la meta.
 
Relazioni
e gratitudine
: capacità di legarsi a
persone e idee e di essere grato di ciò che si riesce a fare insieme. Queste
sono le parole che mi vengono in mente nello scrivere questa testimonianza. Ed
ancora vado lì al primo banco di quell’istante del passato fotografato e
conservato nell’album della mia memoria. Scrivo veloce, sicura e titubante insieme;
le lettere danzano sul foglio come fanno le foglie mentre cadono a terra e c’è
il profumo delle caldarroste in quelle frasi, c’è il calore del piumone dopo
un’estate calda e la voglia di arrivare all’ultimo rigo di questa passione che
ha preso piede per comprenderla meglio e tenerla dentro di sé come un bene
prezioso
. Ho finito per prima e sono corsa
dalla maestra: ho ricevuto i complimenti per il contenuto ma solo un visto
perché avevo dimenticato due accenti su due “e”. Ero stata bravissima se non
fosse stato per due minuscoli segni su due vocali che dovevano “essere” eppure
preferirono “congiungere”
. Da allora mi muovo intorno a questi due verbi: cerco di
legare portando me stessa in tutto quello che faccio nonostante la “media dei
comportamenti” mi dice che dovrei assumere un atteggiamento “più consono”. Io
posso impiegare il mio tempo a cercare il mio ritmo, non posso usarlo per fare
quello che fanno gli altri. Per questo probabilmente il mio orologio viaggia
più lentamente o più velocemente a seconda delle opportunità che riesco a
cogliere e di quelle che al contrario mi sfuggono di mano. A quella “e”
che congiunge e che “è”, io devo la mia melodia
. Vivere: questo si può fare. Seguire le proprie aspirazioni: questo
si può sperare. Cercare l’ultimo rigo
con l’audacia di chi sa che l’orizzonte è una linea immaginaria che ti porta over the rainbow: questo è il nostro
cammino. Nutrirsi del presente,
fantasticando sul futuro e ritornando al passato a prendersi qualcosa che
serve: questo concede la penna, fisica, digitale o metaforica che sia!
Grazie Narcissus a prescindere dalla meta
che sarò in grado di raggiungere con il mio romanzo! Ho tutto il
campo della mia esistenza per essere misura di me stessa e all’altezza dei miei
sogni.
Angelina Pettinato J

Facebook, twitter e google+: sognando la meta | blog: sognandolametaromanzo@blogspot.it

vi saluto con una delle mie canzoni preferite : http://youtu.be/fwvsKypB6SI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.